(+39)329.8878659 info@innerteam.it facebook Linkedin account

Nessun prodotto nel carrello.


L’USO DEL TAROT NEL COUNSELING

4Maggio 2020
by Franca Errani
L’uso del Tarot nel counseling e nel coaching è relativamente recente. Ma diventa sempre più diffuso per la ricchezza che le immagini offrono nel colloquio.
La magia è l’arte di vedere il più elevato potenziale estraibile da ogni carta, nella stesa del nostro cliente….
Che cosa significa? Non si tratta di ottimismo buonista, si tratta di sintonizzarsi sul superamento delle sfide, sul vedere le sfide stesse come qualcosa che accade per uno scopo più Alto.

Il desiderio della persona

La magia più potente è quella che scaturisce dal desiderio della persona, dalla sua scelta individuale; riconoscere le convinzioni limitanti apre la possibilità al nuovo stato desiderato di iniziare a manifestarsi. Il “mago” è dunque un mentore che crede nelle potenzialità della persona e nella potenza dell’energia desiderante, in entrambe le direzioni: dalla persona verso il suo progetto, e dal progetto verso la persona. Una volontà focalizzata connette e avvicina questi due poli, e il potenziamento a volte si percepisce proprio come una corrente di energia che la persona testimonia.

Ma se “esce” la Morte? O la Torre?

Potresti chiedermi: vabbè, ma se la persona estrae la Morte, XIII, come posso estrarne il più alto potenziale senza cadere in assurdità? La prima cosa è che tu abbia compiuto un tuo cammino nella elaborazione del tema che questo potente Arcano presenta; allora saprai che la falce del Mietitore permette al campo di tornare a far germogliare le nuove piante; che il falcetto del Potatore permette all’albero di far crescere dei frutti più succosi; che la Vita è fatta di fasi, che dopo la potatura – che significa scelte per esempio rimandate, la visione si fa più chiara e la volontà si tempera maggiormente. Quindi, saprai trovare le parole che ispirano e danno forza e visione, senza glasse od orpelli. Naturalmente lascerai alla persona il tempo per attraversare, con la tua guida, le fasi di paura o scoramento…

Un’altra carta che genera timore è la Torre, XVI. Tuttavia, il suo energico richiamo ci serve per liberarci da strutture ormai obsolete, che però facciamo fatica a lasciar andare. Certo, non si tratta di minimizzare la portata di questo processo, ma di avere fiducia che ha un senso profondo per chi lo vivrà. Vuole dire che tu stessa, per prima, hai imparato a passare attraverso queste fasi, ne sai vedere il potenziamento, ad affermare la tua unicità anche grazie a questi passaggi.

Aiutare il potenziamento

Quando lavori con i tarocchi, per te stesso o per altri, ricordati che la sensazione di essere in grado di creare un futuro più armonioso è già di per sé un elemento di potenziamento. E le carte, se le leggi su tutti i loro livelli, certamente offriranno il loro consiglio in tal senso.
In questo senso, una lettura di counseling  tarologico non differisce dal counseling o dal coaching tradizionale. Tuttavia il potere delle immagini  aggiunge al colloquio una immediatezza e una profondità particolari.
Provare per credere!
Articoli, Blog, In primo piano , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This