(+39)329.8878659 info@innerteam.it facebook Linkedin account

Nessun prodotto nel carrello.


Quello che so Ora – di Hal Stone

21Aprile 2019
by Franca Errani
3

E’ un piacere per me offrire alla comunità del Voice Dialogue e a tutti i lettori questa lettera – augurio pasquale di Hal Stone, creatore del Voice Dialogue insieme a sua moglie Sidra. Hal ha più di 90 anni e le sue parole giungono da un “territorio” dell’anima che i più giovani forse conoscono e comprendono meno. Al tempo stesso nel suo stile trovo anche la sua giovinezza e il suo piacevole umorismo. Buona Lettura!           Franca Errani

Scrive Hal alla comunità internazionale:

“Per me, i miei sogni esprimono una nuova e più profonda fase di dove il processo dell’Io Consapevole ci muove nel nostro viaggio evolutivo di coscienza. In questi ultimi mesi, sento che sto lasciando qualcosa dietro di me, mentre mi trovo dolcemente spinto verso un nuovo tipo di esperienza in cui la conoscenza come l’ho conosciuta in passato non mi sembra più rilevante.

Esprimendo nel modo più semplice ciò che sento, posso dire che a questo punto della mia vita conosco sempre meno di ciò che è stato. Vorrei condividere con voi qualcosa di ciò che mi arriva ora, in questo momento della mia vita.

Ora, so che “Io sono”. So che “La vita è”. So anche che esiste una vita eterna – non come un luogo in cui lottare, ma come una realtà da conoscere. So che questa vita che viviamo è di immensa importanza. Molti credono che ciò che facciamo qui sulla terra sia solo un sogno o che non conti molto perché non ha alcuna importanza – perché è semplicemente una proiezione della nostra antica stirpe energetica. Non permettere che la passione della tua vita sia trasformata in nulla! Quello che facciamo e come lo facciamo è essenziale per la organizzazione di ordine superiore che ha creato la realtà in cui viviamo. Non ci siamo incarnati su questo pianeta per trascorrere le nostre vite cercando di dis-incarnarci!

So anche che le Dinamiche di Vincolo esisteranno sempre – come il respiro – e so anche che il nostro rapporto con esse  cambia – grazie a Dio! So che sarete tutti contenti di sapere che Sidra ed io continuiamo a essere pienamente coinvolti nelle nostre reciproche Dinamiche Relazionali perché la vulnerabilità dell’invecchiamento le scatena tra di noi in modi che non avremmo mai potuto capire prima di arrivare a questa età. Le Dinamiche ci appartengono perché fanno parte della vita. Fanno parte dell ‘”IO SONO” della nostra esistenza.

Prova, se ci riesci, a non perderti nel Voice Dialogue. È una metodologia straordinaria per attivare il processo dell’Io Consapevole e resta a nostra disposizione. Se tuttavia ti perdi troppo nel farlo nel modo giusto, c’è il pericolo reale di rimanere imprigionato nello spesso cemento del dogma. Un metodo basato sull’anima sosterrà sempre le passioni che condividiamo per esprimere il nostro unico processo di auto-rivelazione.

So anche che se cerchi di essere più amorevole o più compassionevole per risolvere i problemi della vita, creerai discariche di rifiuti in cielo. Quando cerchi di amare, seppellisci le tue energie rinnegate che affioreranno in modi inaspettati facendo i loro dispetti nel mondo. Quando cerchi di amare, le parti di te che non amano si nascondono. Questo è uno dei motivi per cui i sé giudicanti diventano così forti in tante persone che si vedono come esseri umani premurosi e amorevoli. Puoi solo spingere tanta spazzatura sotto il tappeto o nel seminterrato, o anche nasconderla nelle buone azioni. Alla fine… inizia a puzzare. 

(E questo è certamente una miniera d’oro per noi terapeuti, che ci garantisce un’adeguata sicurezza finanziaria).

So che dobbiamo abbracciare l’oscurità che trattiene tanto di ciò che riteniamo sia indesiderato e discutibile dentro di noi mentre, al tempo stesso, impariamo a scoprire e sentire il naturale amore e compassione che è già lì. Quindi, invece di cercare di essere qualsiasi cosa, dimentica semplicemente di cercare di essere amorevole, compassionevole o clemente! Invece, continua ad abbracciare le energie opposte che operano costantemente nelle nostre vite. È questo processo che conduce allo sviluppo del processo dell’Io consapevole. Ci vuole tempo e lavoro per attivare questo processo, ma è certamente una garanzia contro la noia. E ti stupirai di ciò che ti accade quando ti abitui a distendere le braccia in entrambe le direzioni e a vivere – e imparare ad abbracciare – tutte le energie opposte che vivono dentro di te.

So che quando ascolti le persone che parlano, non ti concentri solo sul contenuto di ciò che stanno dicendo. Il contenuto è spesso (certamente non sempre) abbastanza secondario. Invece, prova a concentrarti su “chi” è che sta parlando nell’altra persona. Quale parte sta parlando? Questo è davvero un modo diverso di vivere il il mondo delle relazioni.

Andando avanti con questo tipo di comprensione, ti incoraggio ad apprendere meglio come avviene l’interazione energetica tra te e le altre persone. Ti aprirà un nuovo sguardo e la vita cambierà per sempre. Dire “ti amo” a qualcuno mentre sei presente energeticamente e dirlo quando non lo sei sono due modi totalmente diversi e distanti. Come mi piacerebbe che tutti noi potessimo usare questa consapevolezza nelle nostre relazioni!

So anche che i nostri giudizi sono uno dei più grandi doni che abbiamo, se impariamo a usarli consapevolmente. Ciò che giudichi in un’altra persona (o cosa) è ciò che hai rinnegato in te stesso. Sembra così semplice, ma rimane un enorme dono per tutti noi. È come una lanterna che può illuminare il nostro sentiero nel buio, una volta che sappiamo come accenderla. Dopotutto, non puoi spegnere l’oscurità ma puoi accendere la luce! E la lanterna dell’uso consapevole del giudizio è uno dei più forti aiuti allo sviluppo della nostra coscienza.

I giudizi vivono in ogni angolo del nostro essere, quindi lavorerai a questo per tutta la vita e…  sospetto anche molto dopo. A mano a mano che i nostri giudizi perdono peso, l’amore e la compassione aumentano il loro. Non dobbiamo cercare di trovarli. Emergono nel processo più bello che tu possa immaginare. Tante persone cercano di sbarazzarsi dei loro giudizi perché pensano e sentono che sono cattivi. La realtà è che questi giudizi si ingrandiscono e occupano sempre più spazio. Quindi, invece di rinnegare i nostri giudizi, guardiamoli e vediamo che cosa stiamo rinnegando. Poi osserviamo come proiettiamo sulle altre persone i demoni e / o gli angeli che vivono dentro di noi.

So che la malattia è uno dei più grandi insegnanti della vita. So anche che tutto ciò che ci colpisce nella vita può essere un grande maestro. Ci sono molte lanterne disponibili per aiutare ad illuminare i numerosi sentieri che seguiamo, e ci sono molte guide e compagni di viaggio che ci accompagnano nel nostro viaggio evolutivo. Siamo davvero fortunati a vivere in un’epoca in cui il processo di evoluzione della coscienza è apprezzato! Abbiamo così tanti “sviluppatori di lanterne” che forniscono tante opzioni per l’auto-scoperta.

Il processo di coscienza, qualsiasi forma possa assumere, merita davvero tutto il lavoro e il tempo che possiamo dedicargli. Se possibile, assicurati di separarti più e più volte dal tuo Critico Interiore e dal tuo Attivista, quando invecchi. Aggiungi a questo la necessità di essere intimo con la tua vulnerabilità e di sapere davvero come usarla in modo consapevole. Ciò significa imparare come sentirti vulnerabile e come esprimere la tua vulnerabilità in modo consapevole, attraverso il processo dell’Io Cosciente. 

La vulnerabilità espressa attraverso la nostra parte vittima non viene premiata da nessuno intorno a noi – ci apre solo a ulteriori vittimizzazioni. E rinnegare la vulnerabilità ci mantiene in una vita di isolamento che molte persone non sanno nemmeno di vivere. La vulnerabilità espressa in modo consapevole può spostare le montagne e cambiare radicalmente tutte le nostre relazioni.

So che la morte non è la fine, proprio come la nascita è solo un diverso tipo di inizio. La disponibilità e la capacità di Sidra di gestire tutte le nostre attività professionali e personali mi ha permesso di continuare ad approfondire questo processo e questo è un dono straordinario che mi è stato dato.

Non ho idea di quale difficoltà fisica verrà dopo. Mi sembra di aver stabilito un record mondiale, riguardo alle cose che possono andare storte nel corpo, lungo la vita. Ho vissuto “dentro e fuori dai limiti”  per molti anni e posso dirti, in tutta onestà,  che sono più felice e più in pace ora di quanto non sia mai stato in tutta la mia vita. Non posso garantire che mi sentirò così tra un mese o tra un giorno da oggi. Siamo ciò che siamo, qualunque sia il nostro destino. E in questo momento della vita, entrambi – Sidra e io –  riposiamo confortevolmente nella più profonda comprensione di “ciò che sarà, sarà”.

Hal Stone, Albion, aprile 2019

Se vuoi conoscere maggiormente la vita di Hal, leggi la sua autobiografia:

Fra Terra e Cielo

Buona lettura!

 

Articoli, Blog, In primo piano , , ,

Comments (3)

Qui in poche parole Hal ci lascia il suo testamento e una guida per uno dei possibili e auspicabili futuri dell’umanità.
Grazie. Proverò a rileggerlo ogni tanto, per tenere sempre presente ciò che ho amato e imparato.
Grazie Franca.

Caro Davide, grazie a te! So che ami il VD e che lo hai veramente fatto "tuo"…

Grazie Franca, per questa traduzione. Sempre illuminante leggere le parole di Hal Stone. E anche confortante… Un abbraccio Franca!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This