Hai mai sentito parlare della ruota dell’anno?

Hai mai sentito parlare della ruota dell’anno?

La ruota dell’anno segue la naturale evoluzione della natura e rappresenta il percorso del sole attraverso delle tappe abbastanza definite (circa ogni 45 giorni l’energia si muove in una di esse) scandite da equinozi, solstizi e feste dette del fuoco.

Nonostante la nostra vita sia molto diversa da quella dei nostri antenati, il nostro corpo sente spesso la necessità di stare in connessione con la natura e farlo ti aiuta a sentirti parte della terra e dei cicli che essa attraversa.

Il ritmo della natura può essere decisamente riequilibrante, rispetto ai nostri ritmi di vita piuttosto sostenuti.

Come può aiutarti la ruota dell’anno, nel pratico?

Ti aiuta a focalizzare un obiettivo in un anno solare e passo dopo passo, anche a realizzare i tuoi sogni, se lo vorrai.

Proprio per questo amo stendere la mia ruota con i tarocchi e leggerla con questo stesso intento. 

I Tarocchi ti suggeriscono la strada ma la saggezza degli antichi, che celebravano le varie tappe della ruota, va ben oltre la sola lettura delle energie in gioco per il singolo essere umano. 

(Abbiamo già parlato del modo in cui Franca Errani ed io leggiamo i Tarocchi e della differenza tra Tarologia e Cartomanzia ma se te lo sei perso ti suggerisco di leggere qui.)

La spiritualità e la vita pratica collettiva degli antichi era scandita da questi ritmi ed essi collegavano anche i miti a tali cicli di vita.

Lasciarti ispirare da queste energie, tappa dopo tappa, ti guida verso una vita più lenta, più consapevole, più ricca di significato, che si va anche ad integrare con il tuo vivere quotidiano.

Le storie possono essere molto simili, anche se culture differenti hanno creato e poi letto il mito in base alle proprie condizioni di vita, bisogni, esigenze.

Come è strutturata la ruota dell’anno?

Personalmente amo partire dall’Equinozio d’autunno in cui lasciar andare tutto il superfluo e cominciamo a trovare il seme da piantare a Samhain,  sul quale cominceremo a lavorare con il solstizio d’inverno, ovvero a Yule.

Ho deciso di celebrare ogni tappa della ruota dell’anno prendendo in considerazione l’energia del maschile e del femminile collegandomi a degli archetipi comuni;

potenzialmente potresti lavorare con qualunque pantheon tu voglia anche se aumenta la tua connessione energetica lavorare con gli archetipi collegati ai tuoi luoghi di nascita o ai tuoi luoghi cari. 

Le celebrazioni o meglio le tappe della ruota sono 8,  detti anche Sabba:

Samhain (31 Ottobre/1 Novembre)

Yule (solstizio d’inverno-21 Dicembre)

Imbolc (2 Febbraio)

Ostara (equinozio di primavera-21 Marzo)

Beltane (30 Aprile/ 1 Maggio)

Litha (solstizio d’estate-24 Giugno)

Lughnasadh (1 Agosto)

Mabon (equinozio d’autunno-21 Settembre)

 

La Ruota dell’anno per molti  comincia con Samhain l’antico capodanno celtico, in cui il velo tra i mondi si assottiglia ed è possibile per noi sentire la presenza dei nostri antenati, come il nostro folklore e le nostre radicate tradizioni agro-pastorali insegnano.

In che tappa della ruota dell’anno ci troviamo adesso?

Oggi siamo in una fase di “trasformazione”, tanto più che è appena entrata una meravigliosa Super Luna Piena in Scorpione, tra Ostara (equinozio di Primavera) e Beltane (prima vera Festa del Fuoco dell’anno).

Ti piacerebbe che ti parlassi di Beltane e dei temi che porta in sé?

Possono diventare spunti interessarti per imparare a conoscerti meglio e prenderti cura di te.

Che la ruota giri ancora!

Antonietta Marrazzo, laureata in Beni Archeologici indirizzo Medioevo, master in Coaching, certificazione 2° Livello Voice Dialogue Communication Skills.

Ha unito la ricerca archeologica alla ricerca dell’individuo su di sé, nella spinta all’indagine e alla ricostruzione della narrazione sociale e personale, attraverso la mitologia e i tarocchi.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This